LiberaRete – Programma attività 2013

 

PROGRAMMA ATTIVITA’ 2013

LiberaRete-logo-quadrato

 

 

L’Associazione di promozione sociale LiberaRete  nel corso del 2013 ha intenzione di continuare la propria azione sociale al fine di realizzare una informazione libera, obiettiva e democratica  e sostenere esperienze di giornalismo e comunicazione dal basso, partecipate e di controinformazione attraverso l’uso delle nuove tecnologie digitali per la documentazione e la valorizzazione senza filtri della realtà culturale, politica e sociale, delle contraddizioni e dei conflitti cancellati dai media tradizionali, delle buone pratiche associative e solidali nel contrasto di ogni violenza, sfruttamento, emarginazione, razzismo, discriminazione e di ogni forma di censura, omologazione, espulsione delle voci critiche dal mondo della comunicazione e dell’informazione tradizionale e multimediale.

LiberaRete per questo l’associazione continuerà ad avvalersi, accanto al proprio specifico sito www.liberarete.org, anche nel 2013 di un canale webtv sulla piattaforma Social Web Tv Libera.tv (www.libera.tv) che ha già dato moltissime soddisfazioni negli scorsi anni. La piattaforma infatti si sta sviluppando come luogo non solo di informazione ma anche di condivisione di contenuti da parte di molte e diverse realtà associative. Questo consente di sviluppare al meglio la nostra idea di comunicazione sociale e democratica e realizza un modello che vorremmo si diffondesse su internet.

Questi canali non sono ovviamente esclusivi data la natura della rete. L’associazione infatti è anche attiva sui social media come Facebook dove stimola e sviluppa dibattito sugli obiettivi sociali.

E’ intenzione dell’Associazione sviluppare, anche in sinergia con altre organizzazioni, forme specifiche di comunicazione che diffondano sulla rete la cultura del Re-speaking e cioè la sottotitolazione di contenuti video per renderli accessibili a persone con problemi di udito. Per questo LiberaRete sta per siglare un accordo di collaborazione con l’Associazione onA.I.R  grazie al cui impegno, già da qualche mese e proprio sulla piattaforma SocialWebTv Libera.tv, i contenuti prodotti dall’Associazione LiberaRete sono in gran parte disponibili in forma sottotitolata.  La sinergia tra LiberaRete e on.A.I.R. potrà consentire di presentare progetti comuni a strutture pubbliche e private.

Altrettanto importante è la sinergia che si sta strutturando con  PLUS Onlus sui temi della prevenzione della diffusione dell’HIV. Insieme a Plus Onlus stiamo sperimentando nuove forme di comunicazione in rete per diffondere le migliori pratiche nel campo della lotta all’AIDS. Anche in questo settore ci impegneremo, in particolare in occasione dei prossimi Gay Pride, per combattere contro ogni forma di omofobia e discriminazione in base all’orientamento sessuale. Anche in questo campo la rete è luogo in cui dare battaglia delle idee. 

Pensiamo di intensificare anche la collaborazione con PuntoCritco Onlus sui temi della cooperazione internazionale e del dibattito sulla politica estera. LiberaRete intende così contribuire alla sprovincializzazione del dibattito politico e culturale del nostro Paese portando a conoscenza degli italiani di quanto di più avanza accade a livello mondiale. Con Punto Critico andremo anche quest’anno a collaborare al fine dei realizzare il Premio Marenostrum ed in particolare la sua sezione video. Valorizzare la produzione video contro il razzismo e le discriminazioni è fondamentale per far emergere contenuti presenti in rete ma che hanno difficile accesso alla grande distribuzione ed alla comunicazione mainstream.

LiberaRete è uno dei soggetti Partner del progetto Youth Empowerment promosso dall’Istituto Comprensivo di Arcola-Ameglia (La Spezia), con il patrocinio del Organizzazione Internazionale del Lavoro (ILO), in collaborazione con l’Associazione Italiana per L’Educazione ai Media e alla Comunicazione (MED) e la partecipazione dell’Organizzazione Mondiale del Movimento Scout (WOSM). ll progetto “Youth Empowerment”, ha come scopo quello di avvicinare i giovani alle Istituzioni Europee e alle Nazioni Unite, in armonia con le convenzioni dell’Organizzazione Internazionale del Lavoro (ILO) e le indicazioni del Consiglio Europeo e della Commissione Europea e degli obiettivi dell’agenda di Lisbona in materia di istruzione e diritto dei lavoratori, si propone di educare i giovani al rispetto dei diritti umani, alla consapevolezza su cause e conseguenze dello sfruttamento del lavoro minorile e favorire la responsabilizzazione del singolo attivando le loro energie creative per un costruttivo impegno sociale. I giovani devono sviluppare capacità personali e comunicative che li aiutino a trovare una collocazione all’interno di una società sempre più diversificata e multiculturale in un mercato del lavoro altamente competitivo, attraverso dinamiche di gruppo che sollecitino l’espressività, il dialogo e la comunicazione.

Nel momento in cui questo prestigioso progetto venisse approvato dall’Unione Europea si tratterà di accompagnarne la realizzazione insieme alle decine di realtà coinvolte provenienti da tutta Europa.

 

Questo elenco costituisce solo una parte dell’attività associativa che si intende sviluppare sempre secondo un metodo sempre basato sulla ricerca di partnerschip, della condivisione, della partecipazione.