Quando c’era l’Unità

QUANDO C’ERA L’UNITA’

dibattito sull’informazione promosso da LiberaRete e AAMOD e trasmesso da Libera.Tv

Guarda TUTTI GLI INTERVENTI ! Clicca qui : http://www.libera.tv/quando-cera-lunita

31 ottobre 2014


Resoconto di Maurizio Musolino

Quando c'era L'UNITA'
Telese – Parascandalo – Medici  – Venier

Quando c’era l’Unità… Un titolo suggestivo per una iniziativa che ha visto discutere dello stato disalute dell’informazione di sinistra esperti e operatori del settore. L’evento che si è svolto a Roma mercoledì 29 ottobre, presso la sede dell’Archivio storico del movimento operaio, è stato costruito intorno alla proiezione del filmato “Dalle rotative al popolo”, un gioiello di trenta minuti che Gianni Peteani, il figlio del regista – Gian Luigi Brusadin –, ha restaurato rendendolo così una testimonianza viva di quello che ha significato nel secolo scorso l’informazione militante e di sinistra.

Un documento vivo, quindi, utile per capire il passato e per immaginare il futuro. Lo hanno sottolineato gli organizzatori spiegando che il senso dell’iniziativa non voleva assolutamente essere quella del rimpianto o della sterile memoria di quello che eravamo e non siamo più… Al centro delle immagini i vari step che dalle rotative portava l’Unità nelle case degli italiani, attraverso una capillare rete di diffusori che avevano nel Partito comunista italiano il perno essenziale. Ma soprattutto il film ha avuto il pregio di sottolineare il rapporto strettissimo fra il giornale e i propri lettori.

E proprio dalla rottura di questo rapporto si è snodata una bella discussione che ha visto uno dopo l’altro intervenire Gabriella Gallozzi e Pietro Spataro, Luca Telese, Jacopo Venier e Renato Parascandalo. Tanti i temi toccato (che potrete fra breve riascoltare su LiberaTv), fra questi la mancanza di comprensione di un mondo editoriale e no che stava cambiando e l’incapacità di trovare un legame con i propri lettori sempre più spesso considerati semplici acquirenti. E se Telese ha ricordato le difficoltà affrontate nel tentativo di creare una nuova testata, Pubblico, Parascandalo ha sottolineato come il futuro dell’informazione è nella rete, spesso sottovalutata e snobbata dalla sinistra. Da parte sua Spataro, più scettico sul valore della rete, ha auspicato un giornalismo che sappia immaginare il quotidiano del giorno dopo invece di proporre il giornale del giorno passato “che tutti conoscono grazie ad internet e alla televisione”. Venier ha invece invitato i presenti ad una riflessione su cosa hanno significato in questi anni i sussidi all’informazione e sull’incapacità di convincere i lettori che per avere media liberi e indipendenti si devono affrontare costi. Ed appunto sulla figura dell’editore si sono soffermati gran parte degli interventi insistendo sulla necessità di ripensarla completamente.

Ma i costi non sono tutto, resta – e in tanti lo hanno detto – il problema del rapporto con i lettori e con il popolo della sinistra. Quel popolo che oggi non solo vive nel rimpianto di un giornale come l’Unità ma che non ha più nessuna rappresentanza politica.


edicola Unità

QUANDO C’ERA L’UNITA’

Incontro sulle forme e i cambiamenti

dell’informazione e dei mass media

dal secondo dopoguerra ad oggi

Presentazione del film “Dalle rotative al popolo”, 1957

Roma, mercoledì 29 ottobre 2014, ore 15.00
Fondazione Aamod, Sala Zavattini, via Ostiense 106

L’Archivio audiovisivo del movimento operaio e democratico, LiberaTV, l’Associazione LiberaRete e il Comitato permanente Ondina Peteani organizzano un pubblico incontro con proiezione di film storici sulle forme del fare e diffondere informazione da parte dei mass media, legati ai partiti o a movimenti indipendenti, in rapporto a quelle attuali.distribuzione Unità agli operai
L’occasione di un pubblico dibattito, che vedrà il coinvolgimento di esperti del settore sul tema proposto, è stata offerta dalla possibilità di presentare anche al pubblico romano un film, tuttora poco conosciuto, “Dalle rotative al popolo”, realizzato negli anni cinquanta da Gian Luigi Brusadin. Questa esigenza è ancor più sentita dopo la fine della presenza in edicola del quotidiano «l’Unità». L’evento della presentazione di un documento importante, quale il film “Dalle rotative al popolo”, vuole quindi essere il “pretesto” per un confronto tra giornalisti ed esperti della comunicazione e, ovviamente, tra chi voglia cogliere il valore culturale e storico dell’opera audiovisiva. Il film infatti rappresenta anche una straordinaria esperienza di ricerca delle forme più moderne all’epoca per l’auto rappresentazione di un processo politico e di un quadro sociale. Le riprese amatoriali, che oggi ci consentono di “vedere” una realtà storica, servivano allora per rappresentare il presente e chi le ha realizzate in quel contesto, oggi potrebbe essere considerato un “media-attivista”. 

Oggi esiste una diffusa realtà di persone ed esperienze di comunicazione più o meno estese, che cercano di valorizzare al massimo questa voglia di costruire un “archivio del presente” a partire dal bisogno di documentare la realtà, filmandola. L'Unità ai cantieriLibera.Tv è una di queste. L’idea di una SocialWebTv parte proprio dal presupposto di realizzare uno spazio condiviso, dove si possa costruire informazione incrociando materiale redazionale ed amatoriale. L’informazione “dal basso” capace di usare mezzi poveri ma efficaci per far vedere ciò che altri nascondono. Lo stesso Archivio audiovisivo del movimento operaio e democratico, oltre a conservare un patrimonio inestimabile relativo alla documentazione filmica militante, di movimento, sindacale, continua a documentare gli eventi sociali collettivi legati alle urgenze e alle problematiche del presente.
L’incontro vorrà avviare, è auspicabile, una riflessione permanente, a tutto campo, che coinvolga anche i mass media di stato, i loro archivi, e l’uso dei documenti audiovisivi per continuare a fare informazione, per un uso pubblico della storia. Un intento sentito ormai come una necessità.

PROGRAMMA

Ore 15.00 Saluti
Ugo Adilardi – Presidente Aamod
Maurizio Musolino – Associazione LiberaRete
Gianni Peteani – Comitato permanente Ondina Peteani
***
Ore 15.45 Proiezione del film “Dalle rotative al popolo”, regia e realizzazione Gian Luigi Brusadin, 1957, 20’.
***
Ore 16.30 Dibattito
Le forme dell’informazione ieri e oggi
Intervengono:
Salvatore Cannavò, Gianni Cuperlo, Carlo Freccero, Gabriella Gallozzi, Renato Parascandolo, Andrea Ranieri, Pietro Spataro, Luca Telese, Jacopo Venier
Moderatore: Antonio Medici – Aamod
****
Ore 20.00 – 21.00 Proiezione
Film storici su l’Unità conservati presso l’Archivio audiovisivo del movimento operaio e democratico
Viva L’Unità, PCI, 1949, 6’
Gli “ Amici de L’Unità”, i diffusori, all’opera in varie città italiane e la sottoscrizione per il giornale.
Milioni di lettori, centomila diffusori, Associazione Nazionale Amici de L’Unità, 1950, 10’
La diffusione de l’Unità in tutta Italia, grazie all’impegno e all’apporto dei militanti del PCI.
Festa de L’Unità 1972, regia di Ettore Scola, Ufficio Cinema PCI, 1973, 33’
Sintesi cinematografica di un grande avvenimento politico e culturale di massa, quale è un Festival de l’Unità.
***
L’incontro sarà ripreso e trasmesso in diretta in streaming sul web, su Libera.tv, consentendo agli spettatori di commentare il dibattito e di parteciparvi on line.
Informazioni: info@aamod.it

Logo LiberaRete

Logo AAMODLogo Comitato Ondina PeteaniLogo LiberaTv