Il servizio di Libera TV alla VII^ edizione del Premio Marenostrum 2012

 Il servizio di Libera Tv per la VII^ edizione del premio Marenostrum 2012

http://www.libera.tv/videos/3654/premio-marenostrum-2012.html

 


  

PREMIO MARENOSTRUM 2012

Riconoscimenti agli immigrati che scrivono in italiano


VII EDIZIONE PREMIO NAZIONALE MARENOSTRUM

dedicato alla cultura migrante in Italia

Venerdi 19 e sabato 20 ottobre Sala Convegni Hotel Esplanade – piazza Puccini 2 Viareggio

VII edizione del Premio Giornalistico-letterario “Marenostrum” 2012

dedicato alla cultura migrante in Italia

Oltre ai vincitori della sezione Letteratura e Giornalismo, saranno inoltre presenti:

Efram Tresoldi – Direttore di Nigrizia e vincitore del Premio Solidarietà;

Bassam Saleh – rappresentante in Italia dell’Associazione Amici dei detenuti politici palestinesi vincitore del Premio Diritti Umani “Tom Benetollo”;

Maurizio Musolino -giornalista e scrittore, che riceverà la Targa Speciale Stefano Chiarini a nome del Comitato per Non dimenticare Sabra e Chatila nel trentesimo anniversario della strage.

Ospiti d’Onore della cerimonia:

Ambasciatore della Repubblica Bolivariana Venezuelana Julián Isaías Rodríguez Díaz;

Chiara Sasso della Rete dei Comuni Solidali e della Rete del Caffè Sospeso

Margherita Hack – astrofisica di fama mondiale a cui non necessita nessuna presentazione, con una bellissima video intervista realizzata come suo contributo personale al Premio Marenostrum 2012.

Infine, come ogni anno un musicista farà da colonna sonora al premio. Quest’anno sarà con noi  Giacomo Sferlazzo Associazione Askvusa di Lampedusa.


PREMIO MARENOSTRUM VINCE GUERGANA RADEVA

E’ con grande piacere che comunichiamo che la vincitrice della VII^ edizione del Premio giornalistico-letterario “Marenostrum” è la scrittrice GUERGANA RADEVA” con il suo”GLI STIVALI”.

Motivazione: Guergana Radeva, originaria della Bulgaria, con il testo di prosa “Gli stivali”. Una breve storia di migrazione e di vita che attraversa un continente e i suoi passaggi storici di crescita economica, di crisi e di superamento delle ideologie che volta per volta si susseguono con il loro carico di illusioni. Il filo che unisce il tutto è un percorso in fondo vittorioso di profonda umanità, espresso da un paio di stivali ”I cosiddetti overknee, sopra il ginocchio, in morbido camoscio nero. Tacco tredici. Seducenti. Voluttuosi. Irresistibili. Ora come allora… Ti asciughi le lacrime e ti incammini, testa alta e schiena dritta, godendoti l’elegante e morbida carezza del camoscio. Gli alberi stanno perdendo le foglie, ma è proprio nei loro ultimi vortici dorati, non più in cielo e non ancora per terra, che scopri il fascino maturo e malinconico dell’autunno”. Semplicemente emozionante!

 


Per info:

http://www.puntocritico.net/